A - Dentista a Torino - Dental Clinic Vigliani

Vai ai contenuti

Menu principale:

A

Alfabeto
 
Abiosi
precoce cessazione della forma vitale di tessuti e organi.

Abrasione
Consumo delle superfici masticatorie dei denti causata da attrito generato dallo sfregamento che comporta la diminuzione della superficie occlusale della corona. Avviene per frizione con i denti antagonisti. L'abrasione fisiologica avviene lentamente ed è in relazione con la funzionalità dell'apparato stomatologico. L'abrasione patologica si produce in modo irregolare per cause al di fuori dell'atto masticatorio, quali malocclusioni, bruxismo, spazzolamento inadeguato, o con dentifrici contenenti ingredienti abrasivi, precontatti, abitudini viziate.

Abikosoff (tumore di)
Tumore gengivale congenito definito anche epulide congenita.

Abutment
Punto di appoggio; è usato in protesi implantologica per indicare il moncone collegato all'impianto che sorregge un ponte o una protesi.

Abusivo
Chi illegalmente esercita la professione odontoiatrica creando forti rischi per la salute del paziente.

Acanthion 
punto craniometrico situato alla base della spina nasale anteriore (antropol, cefalom).

Acantosi
proliferazione dello strato delle cellule spinose dell'epitelio della cute.

Achelia
Mancanza congenita di un labbro.

Acqua ossigenata (H2O)
irrigante ad azione antisettica, sbiancante, effervescente, inpiegato in endodonzia alla concentrazione di 10 volumi.

Acromegalia
gigantismo che si accompagna alla iperfunzione della ghiandola pituitaria. Aumento di volume della testa e delle estremità.

Acrospiroma eccrino
tumore delle ghiandole sudoripare che nell'ambito del distretto oro-maxillo-facciale predilige la zona d'impianto peri-labiale (Silla).

Actinomicosi
infezione causata da un fungo aerobico, l'actinomicens israeli, ospite abituale della flora orale; clinicamente si distinguono la forma cervico-facciale, l'addominale e la toracica. La forma più comune, cervico-facciale origina in bocca dopo un trauma (avulsione dentaria). Caratterizzata da enfiagione dura, che successivamente diventa fluttante, supportando con formazione di fistolosi dai quali fuoriesce un pus verdastro, contenente le caratteristiche druste, colonie di organismi dall'aspetto di granuli di zolfo.


Adamantogenesi
Formazione dello smalto dentario.

Adams (gancio di)
ortodontista inglese.Ancoraggio usato in ortodonzia rimovibile.

Adenopatia
reazione cronica dei gangli linfatici cervico-facciali a seguito di una infezione odontogena.

Adenotropo
che agisce sulle ghiandole.

Adrenergico
che richiama manifestazioni simili a quelle provocate da adrenalina. Dicasi dei nervi simpatici o parasimpatici che sotto l'effetto della eccitazione liberano una sostanza analoga all'adrenalina (simpamina).

Aerobico
Che necessita di aria di aria od ossigeno per vivere e svilupparsi.

Affenlücke (spazio dei primati)
spazio tra incisivo e canino nell'arcata superiore e tra canino e molare nell'articolato deciduo umano che consente la migrazione mesiale dei molari in via di eruzione per la loro impostazione in normo-occlusione (Baume).

Afta
Ulcerazione della mucosa orale.

Afta di Bednar
ulcera in corrispondenza del palato molle che ricorre nel neonato.

Agar
polisaccaride estratto da alghe (tipo Gelideum); costituente basico degli idrocolloidi reversibili.

Agenesia dentaria
Anomalia caratterizzata dall'assenza del germe di uno o più denti

Ageusia
Perdita del gusto.

Aghomphiasi
perdita o assenza totale dei denti

Agglutinazione
particelle in sospensione in un fluido.

Akers (gancio di)
componente della protesi scheletrata, indicato esclusivamente nelle edentazioni scheletrate.

Albers-Schönberg (malattia di)
osteopetrosi caratterizzata da osteosclerosi, fibrosi del midollo osseo, fragilità ossea e anemia.

Alesaggio
allontanamento del canale radicolare di tutti i frustoli organici con mezzi meccanici (lime, raspe) o chimici, e anche allargamento del lume canalare.

Alginato
Sale dell'acido alginico. Idrocolloide irreversibile utilizzato come materiale da impronte.

Alisteresi
riassorbimento senza l'intervento di osteoclasti.

Alitosi
Odore poco gradevole del fiato contenuto nel cavo orale. Vai alla pagina della prevenzione dentale


Allergia
reazione antigene-anticorpo in casi di non usuale o esagerata specifica suscettibilità verso una sostanza che per altri non lo è.

Alveolite
Detta anche osteite alveolare, è caratterizzata da una raccolta purulenta oppure secca. All'origine avulsioni indaginose, infezione del coaugulo, traumi corpi estranei e scadenti condizioni organiche di difesa.

Alveolisi
Dissoluzione parziale o totale del processo alveolare per cause infettive o meccaniche.

Amalgama
Lega di due o più metalli (argento, stagno, rame, zinco) con il mercurio, impiegata per le otturazioni sui denti posteriori.

Ameloblasta
Cellula germinale che si sviluppa nell'epitelio e dalla quale si forma l'organo dello smalto.

Ameloblastoma
tumore dei mascellari ( a malignità locale) di provenienza dall'epitelio odontogeno. E' un tumore epiteliale caratterizzato da nidi di cellule costituite in un singolo strato periferico che assomigliano agli ameloblasti e che racchiudono un gruppo centrale di cellule a reticolo stellato.


Amelogenesi
L'amelogenesi è la fase dell'odontogenesi durante la quale gli ameloblasti formano lo smalto dei denti. Può essere imperfetta a livello ereditario.

Amilasi
digestione dell'amido o sua formazione in glucosio.

Amputazione (della polpa)
escissione della polpa camerale (pulpotomia): - vitale: rescissione della polpa sotto anestesia e conservazione del tratto radicolare - mortale: exercesi della polpa camerale previa mortificazione con anidride arseniosa e copertura del tratto radicolare con un farmaco mummificante - della radice: resezione parziale o totale di una radice (rizo o rizectomia).

ANDI
Associazione Nazionale Dentisti Italiani.

Anaerobico
che può vivere e svilupparsi senza aria o senza ossigeno libero.

Anammesi
Storia clinica del paziente, registrata dal medico a voce o tramite la compilazione di una scheda clinica.

Anaplasia
mutamento regressivo di cellule verso forme più primitive o indifferenziate. E' un importante criterio di malignità.

Anasarca
edema generalizzato.

Ancoraggio
base contro la quale si applica una forza ontodontica o la reazione di una forza.
1a classe : normo-occlusione con anomalia di posizione dei denti anteriori.
2a classe: retroposizione della mandibola con occlusione distale.
Divisione 1.a: arcata superiore stretta con allungamento e prominenza del gruppo dei denti frontali (respiratore buccale).
Divisione 1.b: la stessa come 1.a ma limitata ad una emiarcata (respiratore buccale).
Divisione 2.a: lieve ristrettezza trasversa superiore, con irregolarità di posizione e inclinazione assiale dei denti frontali.
Divisione 2.b: la stessa, ma unilaterale.
3a classe: prominenza della mandibola con occlusione mesiale dei denti anteriori.
3b: la stessa, ma unilaterale.

Anisognatico
individuo il cui osso mascellare risulta più voluminoso della mandibola.

Anlarge
le prime cellule nell'embrione che formano ogni distinta parte o organo del corpo.

Anodini
sedativi, analgesici.

Anodonzia
anomalia caratterizzata dalla mancanza totale dei denti, con assenza delle ghiandole sudoripare, dei capelli (ipotricosi) e dei peli.

Anossia (anossemia)
diminuzione della qualità di ossigeno nel sangue a seguito di depressione atmosferica o inalazione di gas.

Anticorpi
sostanze specifiche (globuline) che si trovano nel siero di un animale a seguito di un'iniezione di elementi estranei (antigene): cellule di tessuti, microbi o loro prodotti di elaborazione (secrezione cellulari, tossine) o composti organici (albumine, nucleine).

Antigene
termine generico che serve ad indicare ogni sostanza capace di generare degli anticorpi, i batteri, le cellule dell'organismo, le albumine.

Antistamina
per indicare sostanze chimiche diverse capaci di ostacolare già in piccole dosi l'azione della istamina. Impiego contro stati morbosi allergici.

Apicectomia
Rimozione chirurgica dell'apice radicolare di un dente e dei tessuti molli circostanti affetti da condizioni patologiche. Vai alla pagina della parodontologia

Apicotomia
raschiamento del periapice.

Apoxemena
sostanza proveniente dalle tasche parodontali durante un intervento sull'osso.

Apparecchio ortodontico
Dispositivo medico su misura usato per influenzare la crescita o la posizione dei denti e dei mascellari.La branca dell'Odontoiatria che si occupa di questi apparecchi e' l'Ortodonzia.

Arcata dentaria
Sono 2, superiore ed inferiore

Arkansas (pietra di)
per affilare le parti taglienti di strumenti dentali. Fresa per rifinire lo smalto e i materiali compositi.

Articolato
rapporto dei denti antagonisti dei due mascellari nell'atto di chiusura.
- di permuta: periodo durante il quale avviene la caduta dei denti decidui e la eruzione dei denti permanenti (dentatura mista)
- alto o basso: diverso rapporto di altezza delle arcate nella dimensione verticale.

Articolazione temporo-mandibolare
Giunto formato dal condilo, dalla fossa glenoide e dal disco interarticolare. E' parte integrante del sistema stomatognatico che permette i movimenti mandibolari durante la masticazione, la locuzione, la deglutizione.

Artralgia
dolore di una articolazione.

Ascesso
Raccolta circoscritta di pus in una cavità formatasi per distruzione di tessuti, delimitata da una membrana (cencio). - dentario o periapicale per la sua collocazione nell'alveolo, conseguente a una infezione cronica del canale radicolare con mortificazione totale della polpa.

Ascesso parodontale
Localizzato nella gengiva tasca ossea o legamento periodontale. Vai alla pagina della parodontologia

Asse - cerniera
Linea immaginaria fra i condili intorno alla quale la mandibola può ruotare senza movimenti traslatori. Movimento di a.: movimento di rotazione pura della mandibola dalla posizione di relazione centrica, intorno all'asse cerniera.

Atresia
assenza o chiusura di una apertura normale.

Atrofia
Diminuzione progressiva di cellule, tessuti, organo.

Attacco
Dispositivo per la fissazione o stabilizzazione di una protesi rimovibile.

Attacco epiteliale
La continuazione dell'epitelio del solco gengivale che è unito alle strutture dentarie (alla base del solco o tasca).

Autopolimerizzazione
azione che polimerizza con l'aggiunta di un catalizzatore che accelera o ritarda la reazione chimica del processo.

Avulsione
L' estrazione di un dente.

Axenico
senza flora estranea.

Axhausen (metodo di)
tecnica chirurgica per la chiusura di comunicazioni e fistole oro-sinusali.




 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu